.
Annunci online

nerokiaro
design della comunicazione visiva


Diario


12 novembre 2013

[ L'ho fatto io ] Operation Smile app


progetto: Operation Smile Facebook newsletter app
cliente:  Operation Smile Italia
tipologia: Facebook app 
link: https://www.facebook.com/pages/Operation-Smile-Italia/77616581723?id=77616581723&sk=app_433675583396874
rilascio: settembre 2013


19 novembre 2008

[ Sottolineature ] La verità su Facebook

[...] Ora, io non escludo che le dee che avrebbero dovuto premiarmi con la loro considerazione possano avermi visto come uno zampirone, non lo escludo neppure un po’, tuttavia resta la delusione, di un genere che ti riporta all’alba chiara dell’adolescenza, e assieme alla delusione riecco il fantasma di Facebook, meglio, un suo antenato, ovvero la parete rischiarata al ducotone del cesso dei maschi della scuola media statale “Antonino Pecoraro”, a Palermo, addirittura durante l’intero anno scolastico 1968-1969.

Successe infatti che una mattina, proprio come nella poesia di Brecht che narra del muro di una cella di San Vittore durante il fascismo, vedemmo affiorare una scritta apologetica, arcana, assoluta, testuale: “Suca il cazzo di M.”. Il sopralluogo del preside scortato da uno dei suoi segretari, giunti lì per constatare la straordinarietà della cosa, certificò ancora di più l’estrema considerazione che talune e forse perfino taluni provavano nei confronti del membro citato. Sta di fatto che, forse a mo’ di monito, i bidelli impiegarono un po’ di tempo prima di cancellarla, tuttavia dovettero presto accorgersi che si era trattato di un lavoro inutile, perché infatti la scritta riapparve nello stesso punto poche ore dopo, seguita da una serie di commenti in fila, proprio come avviene adesso su Facebook.

In poche ore, sia pure nell’avvincente furtivo buio dell’anonimato, il muro del nostro caro cesso seppe trasformarsi in opera collettiva, in dialogo neoplatonico, in miscellanea di desideri, in cahiers de doléances, in bacheca da bocciofila, in treno dei desideri, in specchio delle mie brame, in lista della spesa, in diario intimo, in tribuna per tribuni del popolo, in Cappella Sistina, in Cappella Palatina, in grotta di Altamira, in grotta di Lascaux, in “Diario Vitt”, in “Diario Linus”, (oggi diremmo in “Smemoranda”), in Altare della Patria, in agenzia prematrimoniale, in agenzia matrimoniale, in Muro del Pianto, in muro di Berlino, in muretto di Alassio, in parapetto del lungolago di Dongo, in ufficio di collocamento, in assemblea di condominio, in astanteria di centro traumatologico, ovvero Cto, in ossario di Redipuglia, in sacello del Milite Ignoto, in post-it volante, in libro nero, in libro bianco, in libretto di manutenzione, in shampoo e lozione, in filo di frizione, in lavanda vaginale, in Iliade, in Odissea, in Eneide, in “Ifigenia in Aulide”, in “Ifigonia in Culide”, in Gazzetta ufficiale, in lettera anonima, in pizzino…

Non per nulla, fra i milioni di gruppi che proliferano all’interno del nostro social network, ce n’è uno, molto esemplare, perfetto per la nostra tesi, che fin dal titolo porta la seguente ragione appunto sociale “Perché diciamo la verità: Facebook serve per farsi i cazzi degli altri!”. 
_______________________________________________________________________________________________

Fulvio Abbate, il Foglio, 19 novembre 2008
Articolo completo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. facebook verità fulvio abbate il foglio

permalink | inviato da nerokiaro il 19/11/2008 alle 15:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


15 ottobre 2008

[ Nuovi media ] Feisbuk



Mi aggiungi ai tuoi amici? Ti ho invitato al gruppo Che mi aggiungi a fare su facebook se poi per strada non mi saluti. Ti pingo, ti linko, ti taggo, ti condivido, 438, 439, 440... Devo uploadare le foto, metto il video, lo status, il poke...

Ha impiegato poco Facebook a trasformarsi da social network in gara a chi ce l'ha più lungo.
_______________________________________________________________________________________________


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. facebook

permalink | inviato da nerokiaro il 15/10/2008 alle 16:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
TOOL gallery
RECENSIONI
ELUCUBRAZIONI
L'ho fatto io
DISCLAIMER
SCRITTURA CONDIVISA
Richieste Tool
il CANNOLENDARIO
A Lezione di Tool
Innamorato^2
Minimi Termini
Sottolineature
web design
nuovi media

VAI A VEDERE

roccammazzalavecchia


 

Chi sono

Mi chiamo Christian Aletto
e mi occupo di design della comunicazione visiva.

Dal 2002, con lo studio Nerokiaro 
realizzo prodotti per il web e la stampa e sviluppo strategie di comunicazione integrata per enti, istituzioni e aziende;
dal 2006 sono anche art director 
della web agency Dol.

mail
christianaletto@gmail.com

Linkedin
http://www.linkedin.com/pub/dir/christian/aletto

web
http://www.nerokiaro.it/

 

 Christian Aletto | Crea il tuo badge


 


 

 

 
 
 
 
 

_

 

 

.

 

.

 

 

 

_
_

______________________________________________________________


CERCA